Codice Etico e di comportamento

Politica della Salute, Sicurezza e Ambiente

Blu Navy è una compagnia di navigazione italiana operante nel settore del cabotaggio e del trasporto passeggeri e merci. La società è nata nel 2010, come frutto di un accordo con l’Associazione Albergatori Isola d’Elba. Attualmente la Compagnia opera nella tratta Piombino – Portoferraio (Isola d’Elba), con la nave Acciarello e nella tratta Santa Teresa di Gallura (Sardegna) – Bonifacio (Corsica) con la nave Ichnusa. Inoltre, forma parte del ramo d’azienda, l’agenzia di viaggi Caprai Viaggi e Turismo di Portoferraio. Blu Navy è partecipata dal gruppo BCT, dalla FINSEA, dall’Associazione Albergatori Isola d’Elba, dalla Elba Sol e da altri investitori privati.

Credibilità, crescita, innovazione, qualità nei servizi, sostenibilità e sviluppo del territorio hanno, da sempre, un valore importantissimo per la Nostra Azienda.

La conoscenza e l’osservanza del Codice Etico e di Comportamento da parte di tutti noi sono un fattore importante per garantire non solo l’efficienza e l’affidabilità, ma anche lo straordinario valore di eccellenza che ne consegue.

 

1. Finalità e ambito di applicazione


Il Codice definisce ed esplicita i valori ed i principi di comportamento che ispirano le attività ed i rapporti verso tutti i soggetti con cui la Società entra in relazione per il conseguimento del proprio oggetto sociale.
Le norme del Codice e del Modello nel suo complesso oltre ad applicarsi, senza eccezione alcuna, a tutto il Personale, devono essere osservate anche da tutti coloro che cooperano per il conseguimento degli obiettivi della Società (destinatari del Codice).
Gli Azionisti, i Consulenti e gli altri Collaboratori esterni, i Clienti, i Fornitori e tutti coloro che, a vario titolo, operano per il conseguimento degli obiettivi della Società, contribuiranno, quindi, al consolidamento di un’immagine aziendale fedele ai valori di trasparenza, correttezza e lealtà.
L’osservanza delle norme del Codice nel suo complesso deve considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali di tutto il Personale (ai sensi e per gli effetti dell’art. 2104 del Codice Civile).
A tutti coloro che operano in nome e/o per conto della Società a qualunque titolo senza distinzioni ed eccezioni è richiesto di prendere atto dell’adozione del Codice da parte della Società e di impegnarsi al rispetto dei valori in esso rappresentati, ritenendo questo aspetto di fondamentale importanza per il mantenimento del rapporto d’affari. Un’eventuale inosservanza dei principi previsti nel Codice da parte dei suddetti soggetti sarà valutata anche ai fini della tutela dei diritti ed interessi della Società.
L’applicazione del presente documento rientra tra le responsabilità personali dei Destinatari del Codice. Questi, una volta informati, non potranno invocare a giustificazione del proprio inadempimento la mancanza di conoscenza del Codice o l’aver ricevuto istruzioni contrarie da qualsivoglia livello gerarchico o referente della Società.
Il Codice Etico e di Comportamento deve essere considerato parte integrante del Modello di organizzazione, gestione e controllo della Società previsto dall’art. 6 del Decreto Legislativo 231/2001 in materia di “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche”.



2. Principi di condotta nella gestione aziendale


Conformità alle leggi
La Società ha come principio imprescindibile il rispetto di leggi e regolamenti vigenti nel luogo e nel tempo in cui opera, non inizierà e valuterà il proseguimento del rapporto con chi non intenda adottare e rispettare tale principio. La violazione non può in nessun caso essere giustificata dal perseguimento di un interesse della Società o dal conseguimento di un vantaggio per la stessa.

Vieta espressamente ogni forma di condotta e comportamento che comporti il rischio di possibile coinvolgimento delle Società in fenomeni corruttivi, di riciclaggio e in forme di condotta che, direttamente o indirettamente possano far presumere attività di collaborazione con associazioni criminali comunque denominate e terroristiche.
Ai Destinatari viene richiesto di astenersi dal porre in essere o partecipare alla realizzazione di condotte tali che, considerate individualmente o collettivamente, possano integrare un comportamento rilevante di una qualsivoglia fattispecie di reato, e in particolare contemplata dal Decreto Legislativo 231/01 e successive modifiche e integrazioni.


Qualità nella gestione e nei servizi erogati
La Società e il proprio personale pongono un’attenzione meticolosa alla qualità e sicurezza dei servizi erogati. Come linea di principio, vengono applicati gli standard più efficienti, adottando in alcuni casi misure più restrittive di quelle imposte dalla legge locale.

La nostra attività è orientata alla soddisfazione e alla tutela dei clienti diamo ascolto alle richieste che possono favorire un miglioramento della qualità dei servizi offerti.

Tutela dell’ambiente
L’ambiente è un bene primario che la Società si impegna a salvaguardare. A tal fine, programmiamo le nostre attività ricercando un equilibrio tra iniziative economiche ed esigenze ambientali, cercando di sviluppare il nostro business nel massimo rispetto delle normative ambientali vigenti e avendo sempre in considerazione i diritti delle generazioni future.
Per questo sosteniamo l’uso delle migliori tecnologie disponibili, garantiamo il costante monitoraggio dei processi aziendali, e ci sforziamo di cercare soluzioni di minore impatto ambientale in termini di scelta di risorse, distribuzione, utilizzo e gestione dei mezzi.

Sicurezza e prevenzione degli infortuni
Svolgiamo le nostre attività in conformità agli accordi e agli standard internazionali e alle leggi, ai regolamenti e alle politiche nazionali.
Crediamo nel principio che il mezzo più efficace per prevenire incidenti e infortuni a bordo delle navi è quello di progettare, costruire, attrezzare e manutenere le navi in conformità con le convenzioni e gli standard internazionali inerenti gli aspetti di sicurezza della navigazione, salvaguardia della vita umana in mare, sicurezza del lavoro a bordo, nonché realizzare la gestione delle navi stesse con equipaggi opportunamente addestrati per l’attività lavorativa connessa all’esercizio alla navigazione marittima.

Prevenzione del conflitto di interessi
Le Società, nella conduzione delle proprie attività, si impegna ad evitare situazioni ove i soggetti coinvolti siano, o possano anche solo apparire, in conflitto di interessi.
Per conflitto di interessi deve intendersi il caso in cui il Destinatario persegua un interesse diverso dalla missione delle Società o compia attività che possano, comunque, interferire con la sua capacità di assumere decisioni nell’esclusivo interesse della stessa, ovvero si avvantaggi personalmente di opportunità d’affari della stessa.

Informazioni societarie e flussi finanziari
Ogni operazione e transazione è correttamente registrata, autorizzata, verificabile, legittima ed è resa sempre possibile la verifica del processo di decisione, autorizzazione e di svolgimento.
Per ogni operazione è garantito un adeguato supporto documentale al fine di poter procedere, in ogni momento, all’effettuazione di controlli che attestino la tracciabilità, le caratteristiche e le motivazioni dell’operazione ed individuino chi ha autorizzato, effettuato, registrato, verificato l’operazione stessa.
Tutti i Destinatari devono assicurare la massima veridicità, trasparenza e completezza delle informazioni, sia verbali che documentali (cartacee e digitali), prodotte nell’ambito dello svolgimento delle attività, ciascuno per la parte di propria competenza e responsabilità.
E’ tassativamente vietata qualsiasi operazione che possa comportare la benché minima possibilità di coinvolgimento delle Società in ipotesi di reato rilevanti ai sensi del D. Lgs. 231/01.

Riservatezza delle informazioni e tutela della privacy
I Destinatari devono astenersi dall’utilizzare informazioni riservate relative alla Società o ai terzi, di cui siano venuti a conoscenza in ragione delle loro attività lavorative, per scopi personali e, comunque, non connessi con l’esercizio delle mansioni loro affidate.
Nessun Destinatario, dunque, potrà trarre vantaggi diretti o indiretti, personali o patrimoniali, dall’utilizzo di informazioni riservate (a titolo di esempio, segreti industriali, informazioni strategiche o commerciali, dati personali), né comunicare tali informazioni ad altri o raccomandare o indurre altri al relativo utilizzo.
La comunicazione a terzi delle informazioni deve avvenire esclusivamente da parte di soggetti autorizzati e, in ogni caso, in conformità alle disposizioni aziendali.
Ci impegniamo a proteggere le informazioni relative alle proprie persone, ai propri clienti e ai terzi, generate o acquisite all’interno e nelle relazioni d’affari e ad evitare ogni uso improprio o illegale di queste informazioni.
Il trattamento dei dati personali avviene sulla base di principi di liceità e correttezza e, comunque, solo per scopi leciti, legali, determinati e espliciti.

Beni aziendali e sistemi informatici
I beni aziendali assegnati (materiali e immateriali) sono strumentali per lo svolgimento delle attività; il personale è custode e responsabile di tali beni e non può fare, o consentire ad altri, uso improprio degli stessi.
I Destinatari sono tenuti ad usare gli strumenti informatici a loro disposizione esclusivamente per finalità aziendali, nel rispetto della normativa vigente.

Omaggi, regalie e altre forme di benefici
La Società condanna tutte le pratiche di corruzione, favori illegittimi, comportamenti collusivi, sollecitazioni dirette e/o indirette di vantaggi personali di carriera per sé o terzi.
Nei rapporti di affari con i terzi è vietato ricevere o offrire, benefici (sia diretti che indiretti), omaggi, atti di cortesia e di ospitalità, che siano di natura e valore tali da poter essere interpretati come finalizzati ad ottenere un trattamento di favore e, comunque, non in linea con la normale cortesia di affari.


 

3. Principi di condotta nelle relazioni con gli stakeholder


Personale e collaboratori
Riconosciamo l’importanza del nostro personale e dei nostri collaboratori, come uno dei fattori fondamentali per i conseguimento degli obiettivi aziendali e adottiamo procedure e metodi di selezione, sviluppo, valutazione e formazione improntati a garantire la massima correttezza e le pari opportunità senza discriminazioni di sesso, razza, età, orientamenti sessuali, credenze religiose e qualsiasi altro fattore.
E’ esclusa espressamente ogni forma di nepotismo, sfruttamento e favoritismo.

Concorrenza e mercato
Il rispetto dei principi etici della trasparenza, onestà e correttezza sono posti a tutela del mercato e a garanzia dei valori della concorrenza leale e della lealtà commerciale.
E’ vietato qualunque comportamento che possa costituire, anche solo potenzialmente, una turbativa della concorrenza leale o ledere l’esercizio del commercio.

Clienti
Riconosciamo che l’apprezzamento di chi richiede i nostri servizi è di primaria importanza per il nostro successo. Sono dunque forniti, con efficienza, nei limiti delle previsioni contrattuali, servizi di alta qualità che soddisfano le ragionevoli aspettative e necessità dei clienti.
Nei rapporti con i clienti è vietato il ricorso a ogni forma di pratiche elusive, scorrette o comunque volte a minare l’indipendenza di giudizio dell’interlocutore.

Fornitori
Ci impegniamo a sviluppare con i nostri fornitori rapporti di cooperazione fondati su una comunicazione rivolta a consentire lo scambio reciproco di competenze e informazioni e che favorisca la creazione di valore comune.

È dunque vietato tenere comportamenti scorretti nei rapporti con i fornitori, ancorché motivati da favoritismi o dettati dalla certezza o speranza di ottenere vantaggi personali di qualsiasi natura.

È altresì vietato intrattenere rapporti sfavorevoli con i fornitori dettati dall’intenzione di ottenere o offrire qualsivoglia utilità o vantaggio a titolo personale o societario.

I Fornitori dovranno sottoscrivere idonee dichiarazioni di conoscenza dei principi del presente Codice, impegnandosi a osservarli ed a non porre in essere alcun comportamento che induca in qualsiasi modo la Società o il suo Personale a violare i principi specificati nel Codice e nel Modello nel suo complesso.

Pubblica Amministrazione
Le comunicazioni, le segnalazioni e le risposte a richieste inviate alle autorità pubbliche di vigilanza o agli organi di controllo devono essere predisposte nel rispetto dei principi di completezza, integrità, oggettività e trasparenza.
Non è consentito offrire denaro o doni a dirigenti, funzionari o dipendenti della Pubblica Amministrazione o a loro parenti, sia italiani che di altri Paesi, salvo che si tratti di doni o utilità d’uso di modico valore;
Si proibisce di offrire o di accettare qualsiasi oggetto, servizio, prestazione o favore di valore per ottenere un trattamento più favorevole in relazione a qualsiasi rapporto intrattenuto con la Pubblica Amministrazione;
In occasione di verifiche o ispezioni, i Destinatari devono adottare un atteggiamento di massima disponibilità e collaborazione. E’ vietato esporre fatti non rispondenti al vero ovvero occultare, con mezzi fraudolenti in tutto o in parte fatti da comunicare alle autorità ed è severamente vietato ostacolare consapevolmente, in qualsiasi forma le funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza o degli organi di controllo.
Al fine di impedire situazioni di conflitto d’interessi e garantire la massima trasparenza nello svolgimento delle attività ispettive, i rapporti con le autorità pubbliche e gli organi di controllo devono essere gestiti solo dalle funzioni aziendali a ciò espressamente delegate.
Nei rapporti con la Pubblica Amministrazione in sede ispettiva o giudiziaria si deve offrire la più ampia collaborazione rendendo dichiarazioni veritiere. Ogni forma di reticenza, omertà e falsità è contraria ai principi etici del gruppo.
Si ripudia ogni prospettazione minacciosa e comunque indebita da parte di pubblici funzionari a carico di esponenti aziendali.

 

4. Attuazione e controllo


Il presente Codice Etico è adottato dal CdA con delibera del 08/05/2018.
La Società si avvale dell’Organismo di Vigilanza, istituito nell’ambito del programma di conformità ai requisiti discendenti dal D.Lgs. 231/2001, ai fini del suo efficace mantenimento e della verifica del suo rispetto.
Il Codice Etico è portato a conoscenza dei terzi con adeguati mezzi di comunicazione e divulgazione, compresa la pubblicazione sul sito internet www.blunavytraghetti.com
Nella formalizzazione dei rapporti contrattuali, viene inserita, ove necessario, apposita clausola con il richiamo al Codice e la previsione della sanzione prevista in caso di mancato rispetto dello stesso.
Tutti i Destinatari hanno la possibilità, nonché il dovere, di segnalare i presunti casi di violazione dei principi comportamentali del Codice di cui siano a conoscenza, ovvero di segnalare qualsiasi atteggiamento o situazione di potenziale criticità. La segnalazione può e deve essere immediatamente effettuata all’Organismo di Vigilanza utilizzando la casella di posta elettronica creata a tale scopo ( odv@odvbn.it ).
Questa casella di posta elettronica è utilizzabile da tutti per la segnalazione delle violazioni del Codice di cui si ha conoscenza.
L’Organismo di Vigilanza agisce in modo da garantire gli autori delle segnalazioni contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione o qualsivoglia conseguenza derivante dalle stesse, assicurando loro la riservatezza circa la loro identità, fatti comunque salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti della Società o delle persone accusate erroneamente e/o in mala fede.
L’Organismo di Vigilanza valuta le segnalazioni ricevute. A tal fine tutti sono tenuti a collaborare con l’Organismo di Vigilanza, onde consentire la raccolta di tutte le ulteriori informazioni ritenute necessarie per una corretta e completa valutazione delle segnalazioni ricevute.
Ogni violazione o ogni comportamento potenzialmente in violazione del Codice deve essere portata a conoscenza dell’Organismo di Vigilanza, che è l’organo di controllo preposto a vigilare sull’applicazione dei principi contenuti nel presente Codice e ad assicurare che il procedimento sanzionatorio si attivi.

 

5. Sanzioni


Ferme restando le sanzioni previste da provvedimenti normativi per violazioni di disposizioni in essi contenute la Società stabilisce le sanzioni che adotterà nei confronti dei Destinatari che abbiano tenuto comportamenti contrari alle indicazioni del Codice, da irrogarsi secondo il criterio di proporzionalità, in base alla gravità ed intenzionalità dell’infrazione commessa, tenendo anche conto dell’eventuale reiterazione degli inadempimenti e/o violazioni commesse.
Per il personale il rispetto del Codice Etico e di Comportamento è parte integrante delle condizioni che regolano i rapporti di lavoro nella Società e ogni violazione al presente Codice, comporterà l’adozione di provvedimenti disciplinari, proporzionati alla gravità o recidività della mancanza o al grado della colpa, nel rispetto delle disposizioni contenute nei contratti di lavoro applicabili (in Italia della disciplina di cui all’art. 7 della Legge 20 maggio 1970, n. 300).

Per quanto riguarda gli altri Destinatari del Codice, la violazione delle disposizioni ivi incluse comporta l’adozione di provvedimenti proporzionati alla gravità o recidività della mancanza o al grado della colpa, sino alla risoluzione dei contratti in essere con gli stessi per giusta causa ovvero per inadempimento dei soggetti pocanzi indicati.

L’applicazione delle sanzioni disciplinari prescinde dall’avvio o dall’esito di un eventuale procedimento penale, in quanto il presente Codice Etico rappresenta regole vincolanti per tutti i suoi Destinatari, la violazione delle quali deve, al fine di ottemperare ai requisiti del citato Decreto Legislativo 231/01, essere sanzionata indipendentemente dall’effettiva realizzazione di un Reato o dalla punibilità dello stesso.

Per offrirti il migliore servizio possibile, Blu navy utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni